l’altralingua
Un incontro con il pubblico


27 gennaio 2023 | ore 18.00 | Bellinzona | Palazzo Civico

La scrittrice somala e italiana Ubah Cristina Ali Farah e alcuni partecipanti ai corsi di scrittura e narrazione de l’altralingua presentano il lavoro svolto nel 2022. Insieme a loro, Letizia Fontana, responsabile della biblioteca interculturale BiblioBaobab, e Matteo Campagnoli, direttore artistico del festival Babel. Con un intervento di Michela Trisconi, delegata cantonale all’integrazione degli stranieri. Dopo l’incontro è previsto un rinfresco multietnico.

Ingresso gratuito senza prenotazione

La scrittura è uno degli strumenti principali per elaborare il nostro vissuto e comunicarlo agli altri. Ma scrivere non è mai facile, tantomeno quando la lingua in cui dobbiamo farlo non è la nostra. Per questo Babel e BiblioBaobab hanno dato il via al progetto l’altralingua, destinato a chi vive in Ticino e ha nell’italiano la sua lingua adottiva. Durante i corsi, scrittori e scrittrici che hanno conosciuto la migrazione aiutano i partecipanti a familiarizzare con il loro nuovo mezzo espressivo, senza mai dimenticare il rapporto vivo e fertile con le loro lingue madri.

>> Maggiori informazioni su l’atralingua

2022 | Babel Ekphrasis


Dopo l’edizione 2021 dedicata a Babele, alla diaspora, alla moltiplicazione delle lingue e alla nascita della traduzione, nel 2022 Babel ha riflettuto su un altro caposaldo del festival: il rapporto tra la scrittura e le altre arti.

Dal 15 al 18 settembre, Babel Ekphrasis ha ospitato autori e autrici la cui scrittura si nutre fortemente di altre arti, e artiste e artisti che operano tra più arti, accostando ai dialoghi in teatro una rassegna cinematografica, un concerto, un DJ set, due mostre d’arte, gli incontri Industry per operatori culturali, un laboratorio di scrittura nella lingua adottiva e quattro laboratori di traduzione letteraria.

Tra gli invitati: Jean EchenozMario MartoneJakuta AlikavazovicLéonor de RécondoFrédéric PajakAaron SchumanFabienne RadiGwenn RigalJérémie GindreDonatella BernardiNicola GardiniGiovanni MadernaJohanna SchaibleAntonio Rovaldi.

>> Guarda un clip di Babel Ekphrasis


From September 15 to 18, 2022, Babel devoted its 17th edition to the relationship between writing and the other arts.

Babel Ekphrasis invited authors whose practice is strongly nourished by other artistic languages, and artists who work across multiple art forms. In addition to its main program, Babel hosted a series of film screenings, a concert, a DJ set, two art exhibitions, a writing workshop in the adopted language, and four literary translation workshops.


La 17e édition du festival Babel a eu lieu du 15 au 18 septembre 2022, portant sur le thème de la relation entre l’écriture et les autres arts.

Babel Ekphrasis a invité des auteurs dont l’œuvre est fortement inspirée d’autres langages artistiques, et des artistes qui articulent leur recherche à travers de multiples formes d’art. En plus de son programme principal, Babel a présenté un cycle de projections de films, un concert, un DJ set, deux expositions d’art, un atelier d’écriture dans la langue d’adoption et quatre ateliers de traduction littéraire.

l’altralingua
Laboratori di scrittura e narrazione nella lingua adottiva


Invitiamo chi vive in Ticino, nella Svizzera romanda e nella Svizzera interna e sta imparando l’italiano, il francese o il tedesco come seconda lingua a una serie di laboratori con la scrittrice somala e italiana Ubah Cristina Ali Farah, con lo scrittore francese della Costa d’Avorio Gauz e con lo scrittore svizzero di origine irachena Usama Al Shahmani.

Gli appuntamenti de l’altralingua intendono creare un ambiente in cui possiate conoscervi, condividere le vostre esperienze e sviluppare i mezzi per comunicare in modo più completo e soddisfacente sulla pagina e nella vita quotidiana. Gli incontri si concentrano in particolare su come trovare le parole più adatte per raccontare le proprie storie, che si tratti di dirle a voce o di scriverle in prosa o in poesia.

La partecipazione è gratuita.

>> Maggiori informazioni, date e luoghi


Babel è il festival letterario centrato sulla traduzione, sia in senso stretto – scrittori legati a più lingue e culture a dialogo con i loro traduttori italiani, laboratori di traduzione, traduzioni tra le arti e pubblicazione di libri – sia come metafora di ospitalità linguistica, attraversamento e incontro. Di anno in anno Babel si rivolge a una lingua, a un paese, a un tema, invitando scrittori, artisti, musicisti e traduttori. Tra gli ospiti delle scorse edizioni: Derek Walcott, Marie N’Diaye, Adam Zagajewski, Valeria Luiselli, Ismail Kadaré, Amitav Ghosh, Jamaica Kincaid, Patrick Chamoiseau, Mourid Barghouthi, Asli Erdogan, Guillermo Arriaga, Ljudmila Ulickaja, Adania Shibli, Linton Kwesi Johnson, Elias Khoury, Yu Hua, Samanta Schweblin, Abdelfattah Kilito, Arto Lindsay, the West-Eastern Divan Orchestra, Tartit, The Tiger Lillies, András Keller, Mohammad Reza Mortazavi.

>> Le varie edizioni del festival
>> Guarda un clip di Babel 2022


Babel is the literary festival focused on translation. Understood as linguistic hospitality, translation is the practice that prompts you to go towards the other, in order to invite the other to your own home, and serves as model for other kinds of hospitality. Babel invites writers who work across languages and cultures, and their Italian translators, as well as artists and musicians, thinkers and performers; the festival promotes translations between different art-forms, organises writing and translation workshops, prizes and residences, and publishes new work.

Past editions have featured writers such as Derek Walcott, Marie NDiaye, Adam Zagajewski, Valeria Luiselli, Patrick Chamoiseau, Ljudmila Ulickaja, Ismail Kadaré, Amitav Ghosh, Jamaica Kincaid, Mourid Barghouthi, Asli Erdogan,  Elias Khoury, Yu Hua, Adania Shibli, Samanta Schweblin, musicians such as Arto Lindsay, the West-Eastern Divan Orchestra, Tartit, The Tiger Lillies, and András Keller, as well as several young writers that Babel has translated and published with Swiss and Italian publishers and media.

>> More
>> Watch a clip of Babel 2022


Babel è un’associazione senza scopo di lucro che produce e distribuisce contenuti culturali di alta qualità accessibili gratuitamente.

Oltre al festival, Babel organizza incontri, letture e residenze per scrittori durante l’anno, pubblica la rivista letteraria multilingue “Specimen. The Babel Review of Translations”, per la quale commissiona traduzioni di brani editi e inediti in varie lingue, e promuove iniziative di avvicinamento alla lettura, alla scrittura e alla traduzione letteraria nelle scuole e tra le comunità della nuova immigrazione.

Babel si avvale del sostegno di enti statali, fondazioni e privati. Se vuoi contribuire alle nostre attività affinché chiunque possa continuare a usufruirne gratuitamente, puoi effettuare una donazione direttamente dal sito.

>> Vai alla pagina donazioni


Il lavoro di ricerca svolto dal festival porta ogni anno a scoprire testi, contesti, idee, autori affascinanti e inediti: col passare del tempo Babel ha trovato sempre più partner interessati a queste scoperte, che possono così tradursi in filmati, interviste o articoli, e soprattutto in libri, in particolare con la Collana “Alfabeti Babel” delle Edizioni Casagrande e i volumi prodotti in collaborazione con la casa editrice milanese HumboldtBooks.

>> Babel Press


Specimen è la prima rivista on-line intensamente tipografica e interamente multilingue, che persegue la seconda lingua in tutte le sue forme, perché la traduzione, il plurilinguismo, le ecolalie e l’ospitalità linguistica moltiplicano gli strati del linguaggio e pronunciano le trasformazioni, ci doppiano, ci triplicano, ci danno una seconda possibilità.

>> specimen.press

Torna su