OPEN AIR

Babel Atlantica si fa musica con alpine rock & rollin’ waves, un Open Air che celebra la straordinaria unione di generi musicali americani e spoken word svizzeri. Si comincia con la performance di Michael Fehr e Jurczok 1001, una seduta spiritica di blues elettrico per invocare i ritmi di Moondog, i sussurri all’orecchio del mondo di Tom Waits, le benedizioni a ore di Screamin’ Jay Hawkins. Dopo cena, con Tatum Rush, artista musicale e mistificatore di origini italo-svizzero-americane, il Convento si fa profano e afrodisiaco, vi serve cocktail di pop contemporaneo e R&B, con un goccio dei migliori e dei peggiori generi musicali sintetizzati dagli anni ’50 a oggi. Reverend Beat-Man, re del rock’n’roll primitivo, predicatore del gospel trash, uomo-orchestra con una missione: riempire il cavo nella vostra anima con una spiritualità antica come la paura, sconosciuta come la gioia. In chiusura Tam Bor, percussionista svizzero-messicano, già membro dei Peter Kernel, che cava sonorità elettroniche dagli strumenti acustici, imbeve di sottile malinconia i ritmi forsennati, accompagna il rock’n’roll al club e la garage sulla sabbia della luna nuova.


JURCZOK 1001 E MICHAEL FEHR

Roland Jurczok è nato a Wädenswil, in Svizzera, nel 1974, e vive e lavora a Zurigo. Dal 1996 si esibisce sotto il nome di Jurczok 1001. È tra i pionieri dello Spoken Word in Svizzera. Ha pubblicato sei album, dei quali il più recente è Spoken Beats (Edition Patrick Frey), una raccolta dei suoi testi vocali degli ultimi dieci anni. Si è esibito, tra gli altri, al Tata literature live! Festival in Mumbai, al Berlin Poetry Festival, il woerdz Festival di Lucerna, al Moscow’s Electrotheatre, al Kimmel Center di Philadelphia e alla Deutsches Haus New York. Negli ultimi 20 anni si è anche esibito in duo con l’autrice Melinda Nadj Abonji. In Svizzera ha fatto un tour con l’artista statunitense Ursula Rucker. Jurczok è guest lecturer di Spoken Word all’Università delle arti di Zurigo, all’università di arti applicate e scienze di Lucerna e all’Università delle arti di Berna. Ha studiato letteratura tedesca all’Università di Zurigo ed è un voice trainer certificato.

Michael Fehr è nato a Berna nel 1982. Ha studiato presso l’Istituto svizzero di letteratura di Biel e presso l’Istituto Y dell’Università delle Arti di Berna. Ha pubblicato Kurz vor der Erlösung (2013), Simeliberg (2015) e Glanz und Schatten (2017), con il quale ha vinto il Premio svizzero di letteratura 2018. Alcune delle sue storie sono diventate canzoni in Studioalbum Im Schwarm, un lavoro che oscilla tra musica e narrazione. Nel luglio 2019 ha preso parte a Oca Babel, la casa delle traduzioni e dell’ospitalità linguistica di Babel al festival brasiliano FLIP.


TATUM RUSH

Tatum Rush è la facciata da palcoscenico mondana e afrodisiaca di Giordano Rush, artista musicale e mistificatore di origini italo-svizzero-americane, spesso avvistato in svariate città europee con in mano un Cosmopolitan. È pop contemporaneo e R&B, tinto dei migliori e peggiori generi musicali inventati dagli anni ’50 a oggi. Alcuni lo descrivono come “Prince-meets-Osho”.


REVEREND BEAT-MAN

Beat-Man ha iniziato la sua carriera nel 1986 con la sua band The Monsters, per poi formare la Lightning Beat-Man One Man Band. Nel 1999 in cambiato il suo nome d’arte in Reverend Beat-Man e ha iniziato a girare il mondo come un matto, con tournée in Europa, Australia, Nord e Sud America, Giappone e Israele. Ha vinto diversi premi in Svizzera e nel 2014 è stato nominato per il Swiss Music Prize. La sua musica affonda le radici nel Blues e nel Rock’n’Roll ma con un tocco NOW!. I suoi spettacoli dal vivo sono un concentrato di energia, la gente dice che sul palco c’è un reattore atomico!


TAM BOR

Con il nome di Tam Bor, il batterista svizzero-messicano, cantante e produttore Giacomo Bastianelli, ha dato vita a un progetto solista che combina suoni elettronici e strumenti acustici, vibrazioni malinconiche e ritmi pesanti, rock e musica da club. Bastianelli ha cominciato fin da giovane a suonare come batterista in diversi gruppi, uno dei quali è la band svizzero-canadese Peter Kernel, esibendosi su alcuni dei palcoscenici più importanti d’Europa. Tam Bor è il risultato della passione di Giacomo per i concerti insieme a gruppi rock / alternativi e della sua ossessione per gli artisti che producono ritmi elettronici nei loro studi.


Venerdì 18.09

OPEN AIR | ALPINE ROCK & ROLLIN’ WAVES

JURCZOK 1001 E MICHAEL FEHR

 Antico Convento delle Agostiniane | Monte Carasso
 18.30

TATUM RUSH
REVEREND BEAT-MAN
TAM BOR

 Antico Convento delle Agostiniane | Monte Carasso
 21:00-01.00


Entrata libera, parcheggi gratuiti, servizio navetta da Bellinzona a partire dalle 17.00, con partenza ogni mezz’ora circa da piazza della Foca, di fronte al Teatro Sociale. Per informazioni, rivolgersi all’info Point davanti al Teatro.

L’Open Air è preceduto dalla cerimonia di apertura del festival e dalla consegna del premio To Speak Europe in Different Languages della rivista “Specimen”.

Nell’intervallo è possibile cenare nel cortile del convento.


| | |

Torna su