POETHREESOME

I poeti di tutto il mondo hanno sempre tradotto altri poeti, spesso anche senza conoscere la lingua di partenza, grazie alla mediazione di versioni interlineari preparate da studiosi o da altri poeti. Babel ha promosso questo metodo di lavoro – meno diffuso nell’Europa continentale che altrove – mediante diversi progetti, tra i quali due antologie a specchio, la prima, Il vetro è sottile, pubblicata in Svizzera dalle Edizioni Casagrande e l’altra, Szyby są cienkie, in Polonia da Biuro Literackie, che hanno visto poeti ticinesi e polacchi tradursi vicendevolmente.
Ora, considerando gli scarsi contatti tra i poeti svizzeri delle differenti aree linguistiche, e come le barriere mentali possano essere più granitiche di quelle fisiche, Babel ha lanciato il progetto Poethreesome. Ogni anno tre poeti svizzeri si traducono a vicenda nelle tre lingue nazionali, che conoscano o meno la lingua di origine. I risultati di questo lavoro caleidoscopico vengono presentati in eventi letterari nazionali e internazionali e infine pubblicati su “Specimen. The Babel Review of Translations”.


2022

L’edizione 2022 di Poethreesome vede impegnati nel lavoro di scrittura e traduzione reciproca Meret Gut per il tedesco, Stella N’Djoku per l’italiano, Matthieu Corpataux per il francese.


LETTURE E PARTNER

Durante la prima parte dell’anno i poeti lavorano a stretto contatto tra loro e con il coordinatore del progetto e portano a termine le traduzioni durante una residenza di due settimane all’Istituto Svizzero di Roma. Il lavoro viene presentato a giugno in occasione dell’Internationales Literaturfestival Leukerbad, partner principale di Poethreesome fin dal suo concepimento, e in altri eventi letterari nazionali e internazionali che possono variare di anno in anno. I poeti delle scorse edizioni hanno letto a Babel, a Poésie en Ville a Ginevra, ai Dis da Litteratura di Domat/Ems, a BuchBasel, alla Literaturhaus Zürich, al Festival Internazionale di Poesia di Genova, al Laboratorio Formentini di Milano, al festival anconetano La punta della lingua. Nel 2020 il progetto Poethreesome ha incontrato nuovi partner: l’Università Ca’ Foscari, il Consolato Svizzero di Venezia, il Teatro Foce e il LongLake Festival di Lugano, ai quali si è aggiunta per l’edizione 2022 la Maison Rousseau et Littérature di Ginevra.


PROSSIME LETTURE

12 agosto 2022 | h 18:00 | LongLake Festival | Parco Ciani, Lugano 
Poethreesome 2022:
Matthieu Corpataux, Meret Gut, Stella N’Djoku

23 settembre 2022 | La Maison Rousseau et littérature | Ginevra
Poethreesome 2022:
Matthieu Corpataux, Meret Gut, Stella N’Djoku

*L’orario della lettura verrà comunicato non appena disponibile


LETTURE RECENTI

12 novembre 2021 | h 18:00 | Consolato di Svizzera | Palazzo Trevisan degli Ulivi, Campo Sant’Agnese, Venezia
Scrittrici che si traducono a vicenda: Odile Cornuz, Laura Accerboni, Matteo Campagnoli (moderatore).

Le poetesse Odile Cornuz e Laura Accerboni, protagoniste della prima edizione di Poethreesome nel 2016, tornano a incontrarsi a Venezia in occasione di Venise pour la francophonie 2021. Modera Matteo Campagnoli, poeta, traduttore e responsabile del progetto Poethreesome.


EDIZIONI PASSATE

2020/21: Michelle Steinbeck, Rebecca Gisler, Laura di Corcia
2018:
Prisca Agustoni, Marina Skalova, Gianna Olinda Cadonau
2017: Michael Fehr, Andrea Bianchetti, Gaia Grandin
2016: Odile Cornuz, Laura Accerboni, Ulrike Ulrich


con il sostegno di

in collaborazione con

| | |

Torna su