L’ALTRA LINGUA

Corsi gratuiti di scrittura in lingua seconda
Gratis-Schreibkurs für Migrant*innen


Deutsch

«Die Sprache, die meine Mutter nicht spricht»

Schreiben ist immer schwierig. Besonders, wenn die Sprache, in der man schreibt, nicht die eigene ist, sondern die des Exils. Der Irakisch-Schweizerische Autor Usama Al Shahmani hat diese Erfahrung selbst gemacht. Und er hat es geschafft: Seine auf Deutsch verfassten Bücher haben eine poetische Kraft, welche in der aktuelle Schweizer Literatur einzigartig ist und sie bereichert.

An diesem Schreibkurs wird Usama Al Shahmani seine Erfahrungen mit andern Migrant*innen teilen, die gerne schreiben – die Geschichten in der Sprache erzählen möchten, die ihre Mütter nicht sprechen: in Deutsch. Die Form der Texte ist frei: Es können Gedichte, Prosa oder Essays sein.

Usama Al Shahmani
3-4 November, 15 Dezember, 2021 | Zentrum5 | Bern

Mittwoch, 3. November 2021: 13:00 bis 17:00
Donnerstag, 4. November 2021: 10.00 bis 13.00 Uhr
Mittwoch, 15. Dezember 2021: 10.00 bis 17.00 Uhr

Angeboten wird der Schreibkurs vom Babel-Literaturfestival Bellinzona in Kooperation mit den Solothurner Literaturtagen. Für die Teilnehmer*innen ist der Kurs gratis, inkl. Verpflegung. 

Der Kursort: Zentrum5, Flurstrasse 26b, 3014 Bern
www.zentrum5.ch

Informationen: 079 406 21 68 oder dani.landolf@literatur.ch

Anmeldungen bis am 20. Oktober 2021 an: dani.landolf@literatur.ch

Italiano

Scrivere è sempre difficile, tanto più quando la lingua in cui dobbiamo farlo non è la nostra. Questa è la situazione di tanti profughi, esuli, espatriati e migranti mentre procedono attraverso le loro nuove vite nei loro nuovi paesi verso le loro nuove lingue.

l laboratori di scrittura de L’altra lingua intendono creare un ambiente in cui le persone che affrontano i medesimi problemi linguistici possano incontrarsi, condividere le loro storie e sviluppare i mezzi per comunicare, esprimersi e raccontarsi in modo più completo e sicuro sulla pagina.

Scrittori esperti che hanno superato con successo la barriera della seconda lingua aiuteranno i partecipanti a familiarizzare con il loro nuovo mezzo di espressione.

Ribka Sibhatu
8/9/10 settembre 2021 | Biblioteca interculturale BiblioBaobab | Bellinzona

Il laboratorio con Ribka Sibhatu si terrà nei pomeriggi di mercoledì 8, giovedì 9 e venerdì 10 settembre dalle 14:00 alle 17:00 nella sede della Biblioteca interculturale BiblioBaobab in via Magoria 10 a Bellinzona. Il laboratorio è aperto anche ai bambini.

André Naffis-Sahely
8/9/10 settembre 2021 | Cooperativa Baobab | Bellinzona

Il laboratorio con André Naffis-Sahely si terrà nei pomeriggi di giovedì 9 e venerdì 10 settembre dalle 14:00 alle 17:00 nella sede della Cooperativa Baobab in Via Canonico Ghiringhelli 21 a Bellinzona.

Partecipazione: gratuita
Iscrizioni e maggiori informazioni: biblio@cooperativabaobab.ch, tel. 0918354426


Nel 2021 sono previsti due laboratori in italiano tenuti da Ribka Sibhatu (Eritrea / Italia) e André Naffis-Sahely (Iran / Italia), e uno in tedesco tenuto da Usama Al Shahmani (Iraq / Svizzera). Il laboratorio in lingua francese verrà avviato nel 2022. La prima edizione del progetto L’altra lingua si articola poi in diverse fasi successive, tra incontri con le scuole, letture e ripresa dei laboratori a mesi di distanza.


 Docenti

RIBKA SIBHATU

è nata nel 1962 ad Asmara (Eritrea). Nel 1978 ha scontato un anno di carcere sotto il regime di Menghista Salemariam. Nel 1986 si è trasferita in Francia, poi in Italia, a Roma. Ha pubblicato Aulò. Un canto-poesia dall’Eritrea (Sinnos 1993), con poesie scritte prima in tigrino e poi tradotte da lei stessa in italiano; Cittadino che non c’è. L’immigrazione nei media Italiani (EdUP 1999); L’esatto numero delle stelle e altre fiabe dell’altopiano eritreo (Sinnos 2012). Con Simone Brioni, è autrice del documentario Aulò. Roma Postcoloniale (2012).

ANDRÉ NAFFIS-SAHELY

Viene da Abu Dhabi ma è nato a Venezia da padre iraniano e madre italiana. È autore della raccolta di poesie The Promised Land: Poems from Itinerant Life (Penguin, 2017) e curatore di The Heart of a Stranger: An Anthology of Exile Literature (Pushkin Press, 2020). Ha inoltre tradotto più di venti titoli di narrativa, poesia e saggistica, tra cui opere di Honoré de Balzac, Émile Zola, Alessandro Spina, Abdellatif Laâbi, Frankétienne, Ribka Sibhatu e Tahar Ben Jelloun.

USAMA AL-SHAHMANI

Geboren 1971 in Bagdad und aufgewachsen in Qalat Sukar (Nasiriya), Usama Al Shahmani hat arabische Sprache und moderne arabische Literatur im Irak studiert. 2002 musste er wegen eines regimekritischen Theaterstücks in die Schweiz fliehen. Er arbeitet heute als freier Schriftsteller und Übersetzer. Sein erster Roman «In der Fremde sprechen die Bäume arabisch» wurde mehrfach ausgezeichnet und war u. a. für das «Lieblingsbuch des Deutschschweizer Buchhandels» nominiert. Im Limmat Verlag erschien zuletzt sein Roman «Im Fallen lernt die Feder fliegen». Usama Al Shahmani lebt in Frauenfeld.

È nato a Baghdad nel 1971 ed è cresciuto a Qalat Sukar (Al Nasiriyah). Ha studiato lingua araba e letteratura araba moderna ed è stato assistente all’Università di Baghdad. Nel 2002, è dovuto fuggire dal suo paese per aver scritto una commedia teatrale critica nei confronti del regime, e si è rifugiato in Svizzera. Le sue esperienze sono confluite nel libro Die Fremde – ein seltsamer Lehrmeister. Eine Begegnung zwischen Bagdad, Frauenfeld und Berlin (2016), scritto con la giornalista e autrice Bernadette Conrad. Il suo primo romanzo, In der Fremde sprechen die Bäume arabisch, scritto in tedesco e pubblicato nel 2018, racconta in forma di diario le varie tappe della sua fuga dall’Iraq e del suo arrivo in Svizzera. Usama Al Shahmani lavora come interprete e mediatore culturale. È inoltre traduttore letterario e ha tradotto, tra gli altri, Peter Heine, Jürgen Habermas e Friedrich Schleiermacher.


I laboratori de L’altra lingua sono organizzati con il supporto di

e in collaborazione con


| | |

Torna su