L’ALTRA LINGUA

Laboratori di scrittura in lingua seconda

Scrivere è sempre difficile, tanto più quando la lingua in cui dobbiamo farlo non è la nostra. Questa è la situazione di tanti profughi, esuli, espatriati e migranti mentre procedono attraverso le loro nuove vite nei loro nuovi paesi verso le loro nuove lingue.
l laboratori di scrittura de L’altra lingua intendono creare un ambiente in cui le persone che affrontano i medesimi problemi linguistici possano incontrarsi, condividere le loro storie e sviluppare i mezzi per comunicare, esprimersi e raccontarsi in modo più completo e sicuro sulla pagina.
Scrittori esperti che hanno superato con successo la barriera della seconda lingua aiuteranno i partecipanti a familiarizzare con il loro nuovo mezzo di espressione.


Italiano

Ribka Sibhatu
8/9/10 settembre 2021 | Biblioteca interculturale BiblioBaobab | Bellinzona

Il laboratorio con Ribka Sibhatu si terrà nei pomeriggi di mercoledì 8, giovedì 9 e venerdì 10 settembre dalle 14:00 alle 17:00 nella sede della Biblioteca interculturale BiblioBaobab in via Magoria 10 a Bellinzona. Il laboratorio è aperto anche ai bambini.

André Naffis-Sahely
8/9/10 settembre 2021 | Cooperativa Baobab | Bellinzona

Il laboratorio con André Naffis-Sahely si terrà nella mattina di mercoledì 8 settembre dalle 10:00 alle 13:00 e nei pomeriggi di giovedì 9 e venerdì 10 settembre dalle 14:00 alle 17:00 nella sede della Cooperativa Baobab in Via Canonico Ghiringhelli 21 a Bellinzona.

Ore di lezione: 9
Partecipazione: gratuita
Iscrizioni e maggiori informazioni: biblio@cooperativabaobab.ch, tel. 0918354426


Nel 2021 sono previsti due laboratori in italiano tenuti da Ribka Sibhatu (Eritrea / Italia) e André Naffis-Sahely (Iran / Italia), e uno in tedesco tenuto da Usama Al Shahmani (Iraq / Svizzera). Il laboratorio in lingua francese verrà avviato nel 2022. La prima edizione del progetto L’altra lingua si articola poi in diverse fasi successive, tra incontri con le scuole, letture e ripresa dei laboratori a mesi di distanza.


 Docenti

RIBKA SIBHATU

è nata nel 1962 ad Asmara (Eritrea). Nel 1978 ha scontato un anno di carcere sotto il regime di Menghista Salemariam. Nel 1986 si è trasferita in Francia, poi in Italia, a Roma. Ha pubblicato Aulò. Un canto-poesia dall’Eritrea (Sinnos 1993), con poesie scritte prima in tigrino e poi tradotte da lei stessa in italiano; Cittadino che non c’è. L’immigrazione nei media Italiani (EdUP 1999); L’esatto numero delle stelle e altre fiabe dell’altopiano eritreo (Sinnos 2012). Con Simone Brioni, è autrice del documentario Aulò. Roma Postcoloniale (2012).

ANDRÉ NAFFIS-SAHELY

Viene da Abu Dhabi ma è nato a Venezia da padre iraniano e madre italiana. È autore della raccolta di poesie The Promised Land: Poems from Itinerant Life (Penguin, 2017) e curatore di The Heart of a Stranger: An Anthology of Exile Literature (Pushkin Press, 2020). Ha inoltre tradotto più di venti titoli di narrativa, poesia e saggistica, tra cui opere di Honoré de Balzac, Émile Zola, Alessandro Spina, Abdellatif Laâbi, Frankétienne, Ribka Sibhatu e Tahar Ben Jelloun.

USAMA AL-SHAHMANI

È nato a Baghdad nel 1971 ed è cresciuto a Qalat Sukar (Al Nasiriyah). Ha studiato lingua araba e letteratura araba moderna ed è stato assistente all’Università di Baghdad. Mentre stava scrivendo la sua tesi di laurea, nel 2002, è dovuto fuggire dal suo paese per aver scritto una commedia teatrale critica nei confronti del regime, e si è rifugiato in Svizzera. Le sue esperienze sono confluite nel libro Die Fremde – ein seltsamer Lehrmeister. Eine Begegnung zwischen Bagdad, Frauenfeld und Berlin (2016), scritto insieme alla giornalista e autrice Bernadette Conrad. Il suo primo romanzo, In der Fremde sprechen die Bäume arabisch, scritto in tedesco e pubblicato nel 2018, racconta in forma di diario le varie tappe della sua fuga dall’Iraq e del suo arrivo in Svizzera. Usama Al Shahmani lavora come interprete e mediatore culturale. È inoltre traduttore letterario e ha tradotto, tra gli altri, Peter Heine, Jürgen Habermas e Friedrich Schleiermacher.


I laboratori de L’altra lingua sono organizzati con il supporto di

e in collaborazione con


| | |

Torna su