WORKSHOP

La traduzione letteraria si impara. Come per ogni arte, è certamente necessaria una predisposizione naturale, che va però coltivata e affinata. Servono impegno, tecnica, esperienza. Parallelamente al festival, Babel propone ogni anno laboratori di traduzione che danno la possibilità di lavorare e confrontarsi con chi questo mestiere lo fa e crede nell’importanza di tramandare il proprio sapere in modo diretto e artigianale.


INGLESE-ITALIANO

FRANCESE-ITALIANO

Bellinzona (CH) 17-20 settembre 2020
Ore di lezione: 22
Costo: Fr. 320 / € 300
Early bird fino al 31 luglio: Fr. 280 / € 260

PORTOGHESE-ITALIANO

SPAGNOLO-ITALIANO

Bellinzona (CH) 18-20 settembre 2020
Ore di lezione: 12
Costo: Fr. 200 / € 190
Early bird fino al 31 luglio: Fr. 175 / € 165


Babel Atlantica s’immerge nell’oceano dove le Americhe e l’Europa, improvvisamente separate e irraggiungibili come non erano da secoli, hanno cominciato nuovamente a specchiarsi le une nell’altra, a vedersi riflesse in un amalgama di storie, idee, lingue, crudeltà e sogni condivisi. I laboratori di traduzione letteraria che accompagnano il festival sono dedicati a quattro lingue che nel loro passaggio sull’Atlantico si sono sdoppiate, estese, ramificate, perse e reinventate: un laboratorio dall’inglese con Franca Cavagnoli e Matteo Campagnoli, uno dal francese con Yasmina Melaouah e Maurizia Balmelli, uno dal portoghese con Roberto Francavilla e uno dallo spagnolo con Ilide Carmignani.

I laboratori inglese-italiano e francese-italiano iniziano giovedì 17 nel pomeriggio, mentre i laboratori portoghese-italiano e spagnolo-italiano iniziano venerdì 18 nel pomeriggio. Le lezioni sono distribuite in modo da permettere ai partecipanti di seguire buona parte degli incontri letterari del festival. L’ingresso agli incontri del festival è gratuito.

N.B.
– I laboratori sono a numero chiuso, la data d’iscrizione è rilevante per la selezione.
– Babel può occuparsi della prenotazione dell’alloggio e di altre agevolazioni pratiche.
– Qualora subentrino motivi che impediscano la partecipazione a iscrizione già avvenuta, gli iscritti verrano rimborsati dell’intera cifra versata al netto delle spese di bonifico bancario.
– La direzione del festival si riserva di annullare i corsi nel caso in cui il numero di iscritti sia ritenuto inadeguato.
– Festival e workshop si terranno nell’assoluto rispetto dei piani di sicurezza elaborati dalle autorità.
.

Gli studenti delle università partner di Babel e degli altri enti associati al festival riceveranno uno sconto del 20% sulla quota di partecipazione*:

– Università degli Studi di Milano
– Università degli Studi di Genova
– Università di Pisa
– Tradurre la letteratura e Giornate della traduzione letteraria – FUSP
– Agenzia formativa tuttoEUROPA
– Scuola Holden
– UIL Université de Lausanne
– CTL Centre de traduction littéraire de Lausanne

I laboratori di Babel possono essere riconosciuti come crediti formativi presso le Università degli Studi di Milano e di Genova.

*Lo sconto è applicable esclusivamente alla quota intera e non a quella early bird.

Per iscrizioni e ulteriori informazioni
workshop(at)babelfestival.com


 Docenti

FRANCA CAVAGNOLI

Franca Cavagnoli ha pubblicato i romanzi Luminusa (Frassinelli 2015), Non si è seri a 17 anni (Frassinelli 2007), Una pioggia bruciante (Frassinelli 2000; Premio Città di Cuneo per il primo romanzo e finalista premio Bergamo; nuova edizione Feltrinelli 2015); i racconti Mbaqanga (Feltrinelli 2013) e Black (Feltrinelli 2014) e il saggio La voce del testo. L’arte e il mestiere di tradurre (Feltrinelli 2012; nuova edizione 2019; Premio Lo straniero 2013). Ha tradotto e curato, tra gli altri, opere di William S. Burroughs, J.M. Coetzee, Nadine Gordimer, James Joyce, Jamaica Kincaid, Katherine Mansfield, Toni Morrison, V.S. Naipaul e Mark Twain. Cura per Adelphi l’edizione italiana dell’epistolario di Samuel Beckett. Nel 2010 ha ricevuto il premio Fedrigoni-Giornate della traduzione letteraria. Per la sua nuova traduzione di Il grande Gatsby di F.S. Fitzgerald ha avuto il premio Von Rezzori 2011 per la traduzione letteraria. Nel 2014 ha ricevuto il Premio nazionale per la traduzione del Ministero dei Beni Culturali. Insegna Traduzione letteraria presso la Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli (Fondazione Milano) e Traduzione e Revisione del testo editoriale al Master in Editoria dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con la Fondazione Mondadori e l’Associazione Italiana Editori. sito >>

MATTEO CAMPAGNOLI

È autore del libro di poesie In una notte fortunata (Casagrande 2010), della pièce teatrale Dioniso a Tebe (2012), tratta dalle Baccanti di Euripide, del libro di viaggio Dispacci dai Caraibi (Quodlibet/Humboldt 2015) e della sceneggiatura del cortometraggio Il grande freddo (Itala 2018, 19′). Come traduttore ha curato, tra altre, opere dei poeti Premio Nobel Derek Walcott e Iosif Brodskij per Adelphi. Con Walcott ha inoltre lavorato alla messa in scena italiana delle pièce Odissea. Una versione teatrale (Ortigia Festival 2005) e Moon-Child (AAR 2011). Suoi saggi, traduzioni e poesie sono apparsi su rivste e quotidiani come «Lo Straniero», «Il Corriere della sera», «Il Sole 24 Ore», «Viceversa» (CH), «Agenda» (GB), «Epiphany» (USA). Nel 2008 ha ricevuto il Premio Mario Luzi per la poesia inedita, nel 2011 il Premio Achille Marazza per la traduzione di poesia, nel 2016 la menzione speciale al Premio Benno Geiger per la traduzione di Egrette bianche di Derek Walcott. Dal 2008 al 2011 ha insegnato al Master in Traduzione di testi post-coloniali in lingua inglese dell’Università di Pisa e dal 2011 insegna presso la Scuola di specializzazione per traduttori editoriali TuttoEuropa di Torino. sito >>

YASMINA MELAOUAH

Laureata in letteratura francese moderna e contemporanea, insegna traduzione letteraria all’Istituto Interpreti e traduttori “Altiero Spinelli” di Milano. Ha tradotto, fra gli altri, Pennac, Chamoiseau, Vargas, Colette, Genet, Alain-Fournier, Mauvignier, Enard. Dal 2017, con l’uscita de La peste, ha iniziato a lavorare alla ritraduzione delle opere Albert Camus per Bompiani. Nel 2007, in occasione delle Giornate della traduzione di Urbino, ha ricevuto il premio per la traduzione del Centro Europeo per l’editoria.

MAURIZIA BALMELLI

Traduttrice letteraria da francese e inglese, collabora con diverse case editrice italiane e svizzere. Tra gli autori tradotti: J-M.G. Le Clézio, Emmanuel Carrère, Yasmina Reza, Aleksandar Hemon, Cormac McCarthy, Martin Amis, Mary Gaitskill, Sally Rooney. La sua versione di Suttree di Cormac McCarthy le è valsa il Premio Vallombrosa Von Rezzori 2010. Nel 2014 ha ricevuto il Premio Schiller–Terra Nova per la traduzione del romanzo Rapport aux bêtes (Cuore di bestia) dell’autrice svizzera Noëlle Revaz. Dal 2003 insegna traduzione letteraria dal francese presso la Scuola di specializzazione per traduttori editoriali TuttoEuropa di Torino. Attualmente vive a Parigi.

ROBERTO FRANCAVILLA

Insegna Letteratura portoghese e brasiliana presso l’Università di Genova, dopo aver sviluppato progetti di ricerca per l’Instituto Camões e per la Fundação Calouste Gulbenkian di Lisbona e aver insegnato a lungo all’Università di Siena. Collabora con alcuni atenei portoghesi e brasiliani. Coordinatore del Progetto “Oltre i margini. Il Brasile e la letteratura di favela”, è membro fondatore di “Jacaranda, Associazione di Studi brasiliani”. Di recente, ha curato l’edizione de Il secondo Libro dell’Inquietudine di Fernando Pessoa (Feltrinelli). Fra le ultime traduzioni, Clarice Lispector, Chico Buarque, João Guimarães Rosa e un’antologia di Carlos Drummond de Andrade per Adelphi. È autore dei progetti Hotel Sodade (con il fotografo Filippo Romano) e Pessoa / Persona (con l’artista António Jorge Gonçalves).

ILIDE CARMIGNANI

Svolge da venticinque anni attività di consulenza, editing e traduzione dallo spagnolo per le maggiori case editrici italiane. Fra gli autori tradotti: Bolaño, Borges, Cernuda, Cortázar, Fuentes, Grandes, García Márquez, Neruda, Onetti, Paz, Pérez-Reverte, Sepúlveda, Soriano. Ha tenuto e tiene corsi e seminari di traduzione letteraria presso università italiane e straniere. Nel 2000 ha vinto il Premio di Traduzione Letteraria dell’Istituto Cervantes, nel 2013 il Premio Nazionale di Traduzione del Ministero per i Beni Culturali e nel 2018, con la sua nuova traduzione di Cent’anni di solitudine, il Premio “Bodini”. Dal 2000 cura gli eventi sulla traduzione letteraria per il Salone del Libro di Torino (l’AutoreInvisibile) e dal 2003 organizza, insieme al prof. S. Arduini, le “Giornate della Traduzione Letteraria” (Università di Urbino e Link Campus University). Ha pubblicato Gli autori invisibili. Incontri sulla traduzione letteraria, Besa 2008.


I workshop di Babel sono organizzati con il supporto di

e in collaborazione con


| | |

Torna su