Ribka_Sibhatu_5-1-1407x940

RIBKA SIBHATU


Nata nel 1962 ad Asmara (Eritrea), nel 1978 ha scontato un anno di carcere sotto il regime di Menghista Salemariam; costretta all’esilio è stata nuovamente imprigionata dagli ex-guerriglieri. Nel 1981 ha raggiunto l’Etiopia e nel 1985 ha conseguito il diploma di geometra. Nel 1986 si è sposata e si è trasferita in Francia, poi in Italia a Roma, dove si è laureata in Lingue e Letteratura all’Università La Sapienza. Dal 2002 al 2005 ha lavorato  come consulente per le politiche interculturali per il consiglio comunale di Roma. Nel 2006 è diventata membro del comitato scientifico per gli affari interculturali del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nel 1993 ha pubblicato Aulò. Un canto-poesia dall’Eritrea, raccolta di poesie scritte prima in tigrino e poi tradotte da lei stessa in italiano. Nel 1999 ha pubblicato Cittadino che non c’è. L’immigrazione nei media Italiani, e nel 2012 L’esatto numero delle stelle e altre fiabe dell’altopiano eritreo. Con Simone Brioni, è autrice del documentario Aulò. Roma Postcoloniale (2012).

Sabato 11.09

MOBY DICK | RETE 2
IN UNA LINGUA SECONDA / COME SA DI SALE
ANDRÉ NAFFIS-SAHELY
RIBKA SIBHATU
FRANCESCA BOCCA ALDAQRE
CRISTINA ALI FARAH

 Teatro Sociale
 10:00-12.00

| | |

Torna su