ELISABETTA BARTULI


Elisabetta Bartuli si occupa di letteratura araba contemporanea, traduzione letteraria dall’arabo all’italiano e dialogo transculturale, materie che insegna presso la Scuola Superiore Mediatori Linguistici di Vicenza, dove è anche membro del comitato scientifico del Master in Traduzione letteraria-editoriale dall’arabo. Consulente editoriale di varie case editrici, ha collaborato con diverse riviste letterarie in qualità di responsabile per il settore di cultura araba e mediorientale. Vanta la curatela di svariati volumi, dall’antologia di racconti Rose del Cairo a Il gioco dell’oblio di Muhammad Barrada e Una trilogia palestinese di Mahmud Darwish. Ha inoltre tradotto in Italia numerosi romanzi di autori arabi, tra i quali Facce bianche, La porta del sole e Il viaggio del piccolo Gandhi di Elias Khuri, L’uovo del gallo di Muhammad Zafzaf, Una memoria per l’oblio di Mahmud Darwish, Le stagioni di Zhat di Sonallah Ibrahim, Dispersi di Inaam Kachachi, I domani di ieri di Ali Bécheur, e, a quattro mani con Cristina Dozio, i romanzi Sono corso verso il Nilo e Cairo Automobile Club di Alaa al-Aswani, e Quelli che hanno paura di Dima Wannous.

Domenica 12.09

Siria
Dima Wannous
con Elisabetta Bartuli
e Cristina Dozio

 Teatro Sociale
 14:00-15:30

| | |

Torna su