CLAUDIA DURASTANTI


Claudia Durastanti (Brooklyn, 1984) è scrittrice e traduttrice. Ha pubblicato Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra (Marsilio, 2010. Premio Mondello Giovani), A Chloe, per le ragioni sbagliate (Marsilio, 2013) e nel 2019, La straniera (La Nave di Teseo), finalista al Premio Strega, Rapallo e Viareggio. Il suo racconto «Cleopatra va in prigione» è stato incluso ne L’età della febbre, l’antologia sui migliori scrittori italiani under 40 pubblicata da minimum fax. Il racconto successivamente è diventato una novella, Cleopatra va in prigione (minimum fax, 2016), in via di pubblicazione nel Regno Unito (Dedalus, 2019) e in Israele (Keter). Nel 2017 ha ideato il Festival of Italian Literature in London (FILL) insieme ad altri scrittori e giornalisti che vivono a Londra. Scrive per «The Los Angeles Review of Books», «The Serving Library», «Nero Magazine», «Rolling Stone Italia», «La Repubblica». Ne La straniera, Durastanti racconta l’infanzia a Brooklyn con i genitori immigrati dalla Lucania, entrambi sordi. Dialoga con lei un autore che conosce in prima persona migrazioni e sordità, plurilinguismo e multimutismo: Saleh Addonia, cresciuto in un campo profughi in Sudan, dove ha perso l’udito all’età di 12 anni, e successivamente emigrato in Arabia Saudita e poi Inghilterra. L’incontro con Saleh Addonia si avvarrà della traduzione in lingua dei segni grazie alla Federazione svizzera dei sordi.

Sabato 14.09

Lingue della frontiera,
frontiere delle lingue
con Valeria Luiselli

Teatro Sociale
 16:00

Domenica 15.09

Sordità, estraneità,
plurilinguismo, multimutismo
con Saleh Addonia

Teatro Sociale
 14:00

| | |

Torna su