La vincitrice del Premio Babel-Laboratorio Formentini 2018 per giovani traduttori letterari di lingua italiana è Elisa Tramontin, con il romanzo di Mario Levrero, Lascia fare a me, (La nuova frontiera).

Alla premiazione avvenuta il 18 novembre al Laboratorio Formentini per l’editoria, nell’ambito di Bookcity Milano 2018, erano presenti le altre due finaliste, Francesca Bononi per il romanzo di Kahouther Adimi, La libreria della rue Charras (L’orma) e Daniela De Lorenzo per il romanzo di Samir Toumi, Lo specchio vuoto (Mesogea).

Rinnoviamo i nostri complimenti a Elisa, Francesca e Daniela, e vi invitiamo su Specimen, dove potete leggere alcuni brani delle traduzioni finaliste scelti dalle traduttrici stesse.

 


Nel 2018 Babel ha percorso le vastità del Brasile, un mondo a sé e un mondo in sé, dove sono le ombre a gettare il sole, e dove i margini – razziali e di genere, di tribù e di favela, il grande sertão e la foresta amazzonica – formano la maggior parte del paese, e tuttavia sono sistematicamente discriminati, a livello sociale e a livello culturale. L’edizione brasiliana di Babel è andata a scoprire voci ancora poco conosciute o ascoltate anche in Brasile, ma che proprio per questo hanno accumulato un’energia espressiva e un’urgenza che sanno smuovere il mondo dal suo obliquo asse centrale.

VAI ALLE IMMAGINI DI BRASIL BABEL


Specimen è la prima rivista on-line intensamente tipografica e interamente multilingue, che persegue la seconda lingua in tutte le sue forme, perché la traduzione, il plurilinguismo, le ecolalie e l’ospitalità linguistica moltiplicano gli strati del linguaggio e pronunciano le trasformazioni, ci doppiano, ci triplicano, ci danno una seconda possibilità.


Il lavoro di ricerca svolto dal festival porta ogni anno a scoprire testi, contesti, idee, autori affascinanti e inediti: col passare del tempo Babel ha trovato sempre più partner interessati a queste scoperte, che possono così tradursi in filmati, interviste o articoli, e soprattutto in libri, in particolare con la Collana “Alfabeti Babel” delle Edizioni Casagrande e i volumi prodotti in collaborazione con la casa editrice milanese HumboldtBooks.